Diari di Viaggio Festival 2019 2019-02-13T22:44:47+01:00

7° EDIZIONE 

DIARI DI VIAGGIO FESTIVAL
10-11-12 Maggio 2019

PALAZZO DELLA RACCHETTA, Via Vaspergolo, 4/6.
La manifestazione coinvolgerà altre sedi, quali il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara, la Galleria del Carbone, l’atelier La Stanza di Lucrezia e Palazzo Scroffa.

Benvenuto nel mondo dei Diari di Viaggio!

Cos’è un diario di viaggio? Chi di voi ha tenuto, almeno una volta nella vita, un diario delle proprie memorie, può facilmente comprendere lo spirito di questo festival, il quale si propone di divulgare l’arte di raccontare le proprie esperienze attraverso un linguaggio complesso e personale, dove il disegno e la scrittura si fondono in un’unica opera d’arte visiva capace di incuriosire ed affascinare.

Il programma della prossima edizione è ancora in via di definizione, vediamo però di anticipare alcune delle iniziative già confermate.

Disegno di Kuo Emily

GLI ARTISTI

FOTO: nell’ordine di lettura da sinistra a destra: il Giappone di Festival Federico, il Ciad di Salvador Barnaba, la Grecia di Silvia Cariani, Costa Rica di Cecca Alessandra, Taccuino naturalistico di Anna Regge, Mosca di Yuzefovich Elena
FOTO: nell’ordine di lettura da sinistra a destra: il Giappone di Festival Federico, il Ciad di Salvador Barnaba, la Grecia di Silvia Cariani, Costa Rica di Cecca Alessandra, Taccuino naturalistico di Anna Regge, Mosca di Yuzefovich Elena

Quest’anno saranno ben 75 gli artisti selezionati per esporre alla 7° edizione del Diari di Viaggio Festival, durante il quale sarà possibile curiosare tra le pagine dei loro personalissimi taccuini, colmi di bellissimi disegni e annotazioni eseguiti durante le loro peregrinazioni in giro per il mondo.

Dai diari di viaggio che saranno messi in esposizione, è stata tratta l’immagine-manifesto dell’evento, il disegno rosso sangue e carico di vibrante energia realizzato dall’artista taiwanese Emily Kuo, durante una suggestiva danza tradizionale svolta nel tempio di Xinbei City, Chenchen Xuan, nella sua terra nativa.

Taiwan, come l’Argentina, la Germania, la Scozia, la Francia e la Spagna, sono solo alcune delle nazioni da cui provengono gli artisti in esposizione, alcuni dei quali saranno anche presenti all’evento. Non solo, alcuni di loro terranno dei workshop di disegno e interessanti conferenze per presentare personalmente al pubblico le proprie opere e raccontare attraverso esse il proprio viaggio.

MOSTRE, WORKSHOP E MARATONE DI DISEGNO

Al tema generale del viaggio, sviluppato attraverso l’ampia mostra collettiva che sarà allestita all’interno di Palazzo Racchetta, verranno affiancati due temi speciali, il viaggio nella Natura e il viaggio nell’Archeologia.

Anche i workshop seguiranno le suddette tematiche, per esempio avremo Anna Regge e Andrea Ambrogio, due dei più seguiti disegnatori naturalistici, che ci accompagneranno a scoprire le meraviglie del Giardino Botanico di Ferrara, del Museo di Scienze Naturali e del bellissimo giardino di Palazzo Scroffa, reso disponibile grazie alla collaborazione con Interno Verde, dove sarà possibile visitare un’interessante mostra collettiva, sempre focalizzata sul disegno naturalistico.

Il tema archeologico sarà sviluppato in un’altra mostra colletiva all’interno del Museo Archeologico Nazionale, dove l’artista ferrarese Silvia Cariani, recentemente premiata in Francia per il canet de voyage internazionale più emozionate, accompagnerà i disegnatori tra i reperti esposti nelle sale del museo.

Chi volesse esplorare la città disegnando sul proprio taccuino, potrà partecipare alle consuete maratone di disegno, ovvero percorsi a tappe lungo i quali sarà possibile disegnare tutti insieme; chi invece preferirà affrontare questo piccolo viaggio affinando le proprie tecniche di disegno con la guida di un grande maestro, potrà seguire il workshop dell’artista Salvador Barnaba.

Anche il taccuino in se’ potrebbe diventare parte del lavoro creativo dell’artista: il workshop dell’artista Nicoletta Droghetti ci insegnerà a confezionare il nostro diario di viaggio personale utilizzando la carta. Per chi fatica ad approcciarsi al disegno e necessita di un aiuto, non mancheranno le consuete antiche macchine da disegno, utilizzate anche da famosi artisti del passato come il Canaletto, ricostruite da Maurizio Pizzo.

Molte iniziative saranno dedicate ai bambini e ai ragazzi, con la possibilità di partecipare a laboratori appositamente ideati per le famiglie.

Verranno inoltre invitati tutti gli istituti della provincia di Ferrara, con lo scopo di eguagliare, anzi superare, il numero già consistente di alunni che hanno partecipato alla scorsa edizione del Festival, ovvero ben 620 studenti provenienti dalle scuole elementari, medie e superiori.

CONFERENZE

Seguiranno un ricco ciclo di conferenze, come la presentazione del viaggio “pedalando da Sospirolo al Nepal” di Fausto de Poi, la proiezione del pluripremiato video reportage sul viaggio dei pellegrini cristiani in Etiopia “Marche pour Genna” di Frédéric Furnelle e tante altre.

Non si tratta quindi solamente di un’esposizione riguardante molti artisti tra i più seguiti al mondo, ma una vera e propria manifestazione che si propone di creare tante occasioni d’incontro per avvicinare tutte le persone, anche senza esperienza e di qualsiasi età, al disegno e all’arte del diario di viaggio. Non mancheranno infine piacevoli momenti di convivialità, come la cena di gala aperta a tutti i partecipanti alle attività proposte.

Per concludere, il Diari di Viaggio Festival è una finestra sul mondo, raccontato da chi ha scelto la lentezza del disegno per assaporare al massimo l’esperienza di viaggio, creando in questo modo ricordi profondamente radicati nella memoria.

STAY TUNED!
Nelle prossime settimane saranno pubblicati i profili degli artisti selezionati e il programma dettagliato dell’evento.

Dove trovarci